Marchi Cucine

[ cucine senza tempo ]

non c'è sostituto per qualità

Avendo progettato e consegnato centinaia di cucine mi sono chiesto quali fosse valori aggiunti che valgono la pena. L'esuberanza che si trova spesso nella "Gamma Alta" non mi convince. Che un rolex sia fatto in oro ci sta, questo è un materiale molto più costoso ma contemporaneamente tra i materiali più resistenti a qualsiasi agente chimico. Un brilantino per segnare il mezzo-giorno ... ma poi ho viste orologi del tutto ricoperte di brillanti. Quello, secondo me, e denaro mal speso (l'uso sarebbe addirittura seriamente compromesso, con un po di movimento si rischia la perdita delle gemme o graffi sugli oggeti che colpisci).

Ho visto rubinetteria dorata, forse questione di gusto per la colorazione ... Se uno si rende conto che un rubinetto fatto a regola d'arte, cromato con spessore adeguato può anche durare un secolo, personalmente preferisco la qualità scelto negli anni dell'artigianato con un gusto ricercato che richiama vecchi maestri ...

La prima volta che vidi una cucina marchi mi colpì il 'feeling'! Era incredibile sapere che era prodotto solo pochi mesi prima. Essendo profondamente affezionato all'antiquariato, si riconosce come sesto senso una certa "genuinità" ...

Come fa Marchi a dare quello ai suoi prodotti? Se vi dico che un anta bianca viene verniciato 9 volte, includendo uno strato nero, uno bordeaux, uno azzurro fiordaliso e uno verde pastello mi dite esuberante?

Si può notare che ante e fianchi sono in legno della prima qualità anche se verniciate?
Si può notare se una scultura è fatto a mano e non stampato a caldo?

Venite a sentire una marchi
e non sarete più gli stessi